TESTIMONIANZA DI SERSE


Serse scrive:
Una triplice testimonianza sia degli effetti della collana a circuito oscillante sia della schermatura d'ambiente con "Oscillak".


Gentilissimo Gianfranco Galvani,
le scrivo questa lettera come testimonianza degli effetti positivi che, da circa due mesi a questa parte, ha sortito la mia persona grazie all’utilizzo degli strumenti di radionica da lei costruiti nel suo Centro di Ricerca Bioenergetica G. Lakhovsky. Parto dal fatto che da più di dieci anni soffro di una pesante allergia ai pollini che, annualmente, perdura per quasi due mesi (dalla fine di aprile a metà giugno circa), la quale si manifesta attraverso i seguenti sintomi: pruriti cutanei, forte irritazione di tutte le vie respiratorie, continue lacrimazioni e gonfiore agli occhi, frequentissime raffiche di starnuti, improvvisi attacchi d’asma notturni che mi impediscono un sonno regolare.
Le cure adottate sinora erano basate sull’assunzione giornaliera di forti antistaminici, cure poco soddisfacenti e con tantissime controindicazioni. Da quando ho abbandonato le suddette cure farmaceutiche, iniziando a indossare regolarmante la collana di Lakhovsky a integrazione radionica durante le ore diurne, tutti questi sintomi si sono alleviati e alcuni di essi sono completamente spariti. Non ho più avuto alcun attacco d’asma durante la notte. Benchè io sia un fumatore assiduo, le vie respiratorie sembrano non darmi alcun problema e quelli che erano frequenti starnuti, provocati da pollini, mio hanno raramente infastidito mentre negli anni passati gli starnuti persistevano tutti i giorni. Pruriti e gonfiori agli occhi si sono abbondantemente attenuati. In sostanza e con tutta fede, posso dire che i benefici prodotti dalla collana sulla mia persona sono visibili a occhi nudo.
Voglio inoltre far presente quale può essere una delle reazioni più tangibili e immediate del funzionamento della collana sui soggetti che presentano disturbi allergici; infatti, appena indossai la collana, munita di un ciondolo radionico che è un emettitore di frequenza, avvertii subito al centro del petto una sensazione di pressione che, con l’indossarla, si attenuò gradualmente. Nel periodo di massima allergia ai pollini si manifestò nuovamente la stessa sensazione di pressione, seguita da lievi bruciori al petto. Capii che la collana stava lavorando per riequilibrare il mio organismo le cui difese immunitarie, eccessivamente stimolate dai pollini, davano origine a forti reazioni allergiche. Queste reazioni allergiche a tutt’oggi, come ho già detto, non si sono più manifestate. Inoltre, la conferma di tale reazione di soggetti allergici a contatto della collana la ebbi da un’altra persona, della quale manterrò l’anonimato, che soffre di disturbi allergici perenni e ben più gravi dei miei a causa dei quali, più di una volta, è stata costretta a ricoverarsi. Indossando la collana, senza che io le dicessi nulla, la prima frase fu: “mi brucia dappertutto il petto”. Il secondo esempio dell’efficacia della collana è dato da un’altra testimonianza da parte di un mio caro amico poeta toscano, anche di lui manterrò qui l’anonimato, colpito da anni da forme d’insonnia acute e da forti gastriti che si sono trasformate in vere e proprie ulcere. Per entrambe le patologie è da anni sotto costante cura.
Da circa due mesi indossa regolarmente la collana, sia nelle ore diurne che notturne, e da circa un mese mi dice che riesce a dormire regolarmente dalle 2.00 alle 10.00 di mattina, cioè otto ore filate. Quando prima dormiva da un minimo di tre a un massimo di cinque ore, frammentate da continui e sgraditi risvegli. E spesso si doveva ricoricare durante il mattino per risvegliarsi intorno a mezzogiorno. A questo ha aggiunto che, sempre da circa un mese, non sta assumendo medicinali per i suoi dolori gastrointestinali perché, ad oggi, stando come sempre attento al mangiare non avverte più alcun disturbo. Ora, quest’altra testimonianza che sto per dare, forse per alcuni risulterà più difficile da credere. L’Oscillak-Uni è anch’esso uno strumento radionico costruito per schermare ambienti (case, uffici, ecc.) e persone da tutte quelle interferenze negative che provengono da perturbazioni cosmo-telluriche e da influenze di persone o entità estranee psiconucleari. Ora, per fare comprendere l’efficacia di questo strumento, devo partire da me, col dire che io sono un poeta e, da molti anni, credo e pratico un certo tipo di scrittura ispirata. Ciò significa che molto spesso, quasi sempre nelle ore notturne ma anche diurne, delle presenze ed entità interagiscono con me facendomi scrivere per ore e ore ininterrottamente senza che io accusi alcun tipo di fame o di sonno. La sensazione costante che ho è che queste presenze abbiano e stiano soffrendo molto, ma non hanno alcuna intenzione di fare soffrire.
Solitamente questi contatti cambiano l’aria della stanza in cui sono, si crea come una specie di alone o cappa, e l’odore della mia pelle e anche il mio alito cambiano. Terminato di scrivere tutto ritorna alla normalità e io mi sento come sollevato, come se avessi pianto tantissimo. Questi contatti, che io chiamo ispirati, non mi hanno causato mai alcun disturbo. Diciamo che mi sento nato per scrivere in questo modo. Da quando ho attivato la schermatura d’ambiente con l’Oscillak-Uni, per tutto il tempo che l’ho tenuta in casa, non ho più scritto una sola parola, pur avvertendo l’esigenza di farlo. Inizialmente non compresi che la causa di questo stallo provenisse dalla schermatura, mi accorsi solamente che per scrivere dovevo sovente uscire di casa. E ogni volta che in casa provavo a prendere una penna in mano finivo per addormentarmi. Non riuscivo a capire. Psichicamente e fisicamente mi sentivo benissimo. Ma la scrittura non c’era.
Insomma la cosa è andata avanti più di un mese, tanto che iniziai a innervosirmi proprio perché alla sensazione di scrivere non seguiva alcun tipo di scrittura. Così mia moglie, vedendomi confuso, mi indicò l’Oscillak-Uni. Santa donna. La sera stessa tolsi la schermatura, la scaricai nella presa a terra, e come volevasi dimostrare il giorno dopo ricominciai a scrivere furiosamente. Da tutto questo ho potuto costatare il reale e positivo funzionamento di questo strumento radionico che, però, non può essere utilizzato sulla mia persona per i motivi sopraindicati. Con questa lettera di testimonianza la saluto e le porgo i miei più vivi auguri per la preziosa ricerca che da anni sta conducendo per il bene delle persone. Con stima.

Pesaro: 
28/05/2012                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                   

Serse Cardellini